skip to Main Content

Patchwork

Il Patchwork è un prodotto che si ottiene cucendo parti di tessuto (tradizionalmente in cotone), con lo scopo di ottenere una pezza composta da motivi geometrici o di altro tipo. Le pezze, a loro volta, sono utilizzate per creare coperte, pannelli da appendere, o altri oggetti che la propria fantasia possa suggerire.

Differenza tra macchina per cucire meccanica e macchina per cucire elettronica

La differenza principale è la modalità di selezione dei punti, che, nelle macchine meccaniche viene effettuata manualmente, tramite una manopola.
Nelle macchine elettroniche invece, la selezione è effettuata digitando il numero del punto che si vuole eseguire, sull’apposita tastiera.
Sulle macchine tecnologicamente più evolute, addirittura si sceglie il punto sul Touch Screen.

Il crochet

Il crochet è il meccanismo che accoglie la spolina e che permette al filo della spolina di incrociarsi con il filo superiore, con lo scopo di annodare i due fili e formare così il punto.
Il crochet può essere rotativo e oscillante.
Il crochet rotativo gira su se stesso e di solito è posizionato parallelo al piano di lavoro. E’ molto pratico in quanto permette di accedere alla spolina facilmente, e di infilare la stessa agevolmente e con rapidità. Inoltre, si può controllare in un batter d’occhio a che punto è il riempimento della spolina. Fornisce un’alta qualità di punto e fa sì che la macchina sia più silenziosa. In più, molti crochet rotativi sono dotati di sistema anti bloccaggio, grazie al quale volantino e barra ago non possono più bloccarsi.
Il crochet oscillante compie il movimento del pendolo. E’ in posizione perpendicolare rispetto al piano della macchina da cucire. Risulta meno pratico rispetto a quello rotativo, perchè vi si accede aprendo l’apposito sportello (situato sulla parte frontale del braccio libero) dopo aver estratto il piano estendibile della macchina. A quel punto, si tira fuori la navetta (o capsula) dalla quale si estrae la spolina.

Cosa è e cosa fa una tagliacuci

La tagliacuci è uno strumento utilissimo, che permette di cucire e unire tessuti, tagliare e rifinire con un unico passaggio ottimizzando così i tempi con risultati di tipo professionale.
La tagliacuci infatti ha una lama che taglia la stoffa che rimane in eccedenza oltre l’overlock. Per questo motivo le cuciture risultano come quelle dei capi che si comprano nei negozi.
Inoltre la tagliacuci svolge questa operazione su tutti i tipi di tessuto, sottili e spessi, normali ed elastici e anche su stoffe difficili come lycra, elastan, jersey, seta… Sono ormai quasi tutte dotate di trasporto differenziale che permette di evitare (o di ottenere) arricciature e onde. Le tagliacuci possono lavorare a 2, 3 e 4 fili.

Il Tapering

La funzione TAPERING ridimensiona automaticamente la larghezza del punto cordoncino. E’ utile nell’esecuzione di ricami a punto cordoncino negli angoli e per le scritte. Tale rastrematura è ottenibile sia all’inizio che alla fine di un ricamo con punto cordoncino.

Molte macchine da cucire computerizzate dispongono di questa funzione. Altrimenti la si esegue manualmente, modificando la larghezza del punto. 

Il braccio libero

Il braccio libero crea una superficie di lavoro molto più stretta rispetto a quella normale. Si traduce in un vero e proprio braccetto, libero perchè non tocca alcuna altra parte della macchina da cucire. Lo si ottiene, estraendo la parte della macchina che può essere un cassetto accessori o un piano estendibile. E’ utile per cucire qualsiasi parte tubolare, come orli dei pantaloni oppure polsini e giri maniche. Inoltre, sulle stesse parti tubolari, consente di eseguire agevolmente cuciture o rammendi.

Le macchine da ricamo

Con una macchina per ricamare, puoi creare e realizzare un grande ricamo senza re-intelaiare fino a 240x150mm e anche più grandi. Ti basta selezionare, tra i ricami che la macchina ti mette a disposizione, il ricamo che desideri eseguire e la tua macchina per ricamare imposterà istantaneamente tutto per te! E’ come avere la consulenza di un esperto del ricamo! Inoltre, puoi regolare, personalizzare e combinare i tuoi ricami e creare monogrammi – tutto sul tuo computer. Con il software in dotazione puoi ruotare, specchiare, scalare e ridimensionare qualsiasi ricamo, con la possibilità di mantenere la densità dei punti costante.
Insomma, con una macchina per ricamo, è possibile realizzare qualsiasi idea ti venga in mente!

Il Quilting

Quilting è il termine dato al procedimento di unione di un minimo di tre strati di tessuto tra loro, tramite cuciture manuali a mano utilizzando ago e filo, oppure meccanicamente con una macchina da cucire o con un sistema di trapuntatura industriale a braccio lungo specializzato. I punti vengono fatti passare attraverso tutti gli strati del tessuto per creare una superficie imbottita tridimensionale. I tre strati sono generalmente indicati come tessuto superiore o trapunta, imbottitura o materiale isolante e supporto, o rovescio.
La trapuntatura è applicata su un’ampia varietà di prodotti, che comprende coperte da letto, morbidi arredi per la casa, indumenti e costumi, arazzi, oggetti artistici e manufatti di vario genere. 
La trapuntatura può essere considerata uno dei primi esempi di riciclo, poiché storicamente ha fatto ampio uso di scampoli e ritagli per la creazione dei manufatti.
La parola trapunta deriva dal latino culcita che significa sacco imbottito, ma è arrivata nella lingua inglese dalla parola francese cuilte.
Una macchina da cucire di buona qualità è un’utile aggiunta al processo di esecuzione della trapunta.
Quasi tutte le macchine da cucire domestiche possono essere utilizzate per trapuntare insieme più strati di tessuto: esse devono essere dotate di un buon trasporto e di un’ampia superficie di cucito. 
Durante la trapuntatura, uno degli strumenti più importanti è l’ago. Che si stia trapuntando a mano o a macchina, l’ago utilizzato è fondamentale per il risultato finale. Infatti, l’uso dell’ago sbagliato può causare arricciature, protuberanze o persino strappare il tessuto. La trapuntatura a macchina richiede un ago affilato per perforare facilmente senza fare danni, denominato “ago per quilting”.
Back To Top